banner testa

N. 14 / 2022

Prima-foto
Terreni agricoli: dopo la pandemia boom di compravendite (+30%)
Dopo lo stop forzato delle compravendite nel 2020 con un calo del 12%, il 2021 ha ridato smalto alle operazioni che hanno registrato un balzo del 30%, con il conseguente aumento dei prezzi. Le quotazioni dei terreni agricoli, infatti, sono cresciute dell’1,1% sull’anno precedente. Sono i dati diffusi dal rapporto Crea sull’andamento del mercato fondiario in Italia nel 2021. Il prezzo medio nazionale si è attestato su 21mila euro a ettaro, ma la situazione non è omogenea su tutto il territorio nazionale, perché il range oscilla tra i 42.300 ettari del Nord Est, i 29mila del Nord Ovest e i 15mila del resto dell’Italia. Secondo la valutazione del Crea i risparmiatori avrebbero investito in terra l’eccesso di liquidità che si stava manifestando prima del periodo della pandemia e dunque l’incremento dell’acquisto di immobili, che ha interessato anche il mercato urbano, è letto come “la risposta dei risparmiatori alla congiuntura molto incerta e segnata da una forte spinta inflazionistica”. E questo conferma la terra come il “tipico bene rifugio”.
(Fonte https://agrigiornale.net)

Opportunità in rete

opportunità in rete
Concorso Nazionale Turismo dell'Olio Indetto dall'Associazione Nazionale Città dell'Olio nell'ambito del progetto di "Turismo dell'Olio", ha l'obiettivo di individuare e fare emergere le migliori pratiche nell'esercizio ed organizzazione del turismo legato all'olio extravergine di oliva a livello nazionale, ed in particolare nei territori Città dell'Olio.
Bonus agricoltura. Dal 20 settembre al via le domande Le imprese agricole e agroalimentari che vogliono realizzare investimenti per la realizzazione o l’ampliamento di infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico possono usufruire di un credito d’imposta. Il bonus “agricoltura” è pari al 40 per cento degli investimenti sostenuti. Il credito può essere fruito per ciascuno dei periodi d’imposta che vanno dal 2021 al 2023 e non può essere superiore a 50.000 euro

Letture dal campo

letture dal campo
Robotica ed Intelligenza artificiale per il settore agricolo e agroalimentare

Il settore agroalimentare, è uno dei settori che attualmente sta subendo una significativa trasformazione in termini di automazione e connettività nel senso dell’industria 4.0 e dello IoT, osservabile in tutte le fasi della produzione. Un prodotto agroalimentare per raggiungere l’utente finale deve subire fasi di coltivazione sia outdoor sia indoor: stoccaggio e conservazione, trasformazione, trasporto e vendita. In tutte queste fasi la robotica può contribuire in modo significativo al raggiungimento di standard elevati. L’aumento della popolazione umana e, quindi, il bisogno continuamente crescente di prodotti agroalimentari, il cambiamento climatico, gli elevati costi del lavoro e dell’energia, la richiesta della società di una produzione rispettosa dell’ambiente e autosostenibile, sono sfide tipiche che il settore agroalimentare deve affrontare solo con un alto livello di automatizzazione e digitalizzazione come trovato anche nelle tecnologie dell’agricoltura di precisione. La robotica, che permette di dare all’intelligenza artificiale un corpo fisico in grado di interagire con l’ambiente, sarà uno degli elementi cruciali per ottenere una produzione agroalimentare pulita, neutra dal punto di vista climatico, sostenibile e responsabile.

(Fonte www.agricolturafinanziamenti.com)
Il commercio agroalimentare dell'Ue è in aumento rispetto al 2021

Secondo l’ultima relazione mensile pubblicata dalla Commissione europea, il commercio agroalimentare dell’UE ha raggiunto un valore totale di 34,9 miliardi di € nel maggio 2022, con un aumento del 32% rispetto al maggio dello scorso anno. Questo sviluppo è in gran parte dovuto al continuo aumento dei prezzi delle materie prime. Le esportazioni sono state valutate a 19,4 miliardi di €. Questo dato riflette una crescita del 21% rispetto a maggio 2021. Le importazioni hanno raggiunto un valore di 15,6 miliardi di €, vale a dire un aumento del 48% rispetto al maggio dello scorso anno. Ciò è dovuto principalmente al forte aumento del volume delle importazioni di mais e all’aumento dei prezzi del caffè e della frutta a guscio. Le principali destinazioni per l’esportazione dei prodotti agroalimentari dell’UE sono il Regno Unito, gli Stati Uniti e la Cina. Le esportazioni nel Regno Unito sono aumentate del 21% nei primi cinque mesi di quest’anno, rispetto al 2021. Ciò è stato in gran parte dovuto ai preparati a base di cereali (+334 milioni di euro o 22%), vino (+182 milioni di euro o 17%) e al pollame (+176 milioni di euro o 48%). Le esportazioni verso la Cina restano basse, a 5,7 miliardi di euro nel periodo gennaio-maggio. Si tratta di un calo del 29% rispetto allo scorso anno.

(Fonte www.ruminantia.it)

Storie e territorio

storie e territorio 2
Apicoltura, arrivano gli aiuti ad alveare

Ci saranno 7,75 milioni di euro a sostegno dell'apicoltura italiana per il 2022. Il Mipaaf ha infatti pubblicato i decreti con cui stabilisce lo stanziamento e la destinazione delle risorse da destinare al settore apistico per l'anno finanziario in corso. I beneficiari di queste risorse saranno le aziende apistiche e i Centri di Riferimento Tecnico (Crt) per l'apicoltura gestiti dalle associazioni apistiche. Per i contributi alle aziende apistiche ci saranno 6,95 milioni che serviranno a sostenere l'allevamento apistico e il nomadismo e ad incentivare il servizio di impollinazione guidata delle colture. Per il sostegno all'allevamento e al nomadismo ci saranno 5.560.000 euro che saranno distribuiti agli apicoltori stanziali o nomadismi. Per l'incentivazione del servizio di impollinazione sono invece stati stanziati 1.390.000 euro che saranno distribuiti agli apicoltori che esercitano questa attività. Per l'erogazione dei finanziamenti è stata incaricata Agea. Per il finanziamento dei Centri di Riferimento Tecnico gestiti dalle associazioni apistiche nazionali sono stati invece destinati i restanti 800mila euro.

Approfondimenti: https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/18510

(Fonte https://agronotizie.imagelinenetwork.com)

Il valore della terra

paesaggio rurale
Fondo da un milione di euro per 5.450 Pat, i Prodotti agroalimentari tradizionali

Sono 5.450 i Prodotti agroalimentari tradizionali (Pat) censiti ad oggi nel Registro unico nazionale. Dal 2000, anno della loro nascita, il numero di prodotti è sempre stato in crescita e per la prima volta può contare su un primo stanziamento da un milione di euro, come previsto dalla legge di Bilancio 2022, grazie al decreto sugli “Interventi per favorire la transizione ecologica nel settore della ristorazione” presentato dal ministro delle Politiche agricole Patuanelli. «Con questo provvedimento per la prima volta finanzieremo i Pat – ha detto il ministro –. L’Italia è il paese dei comuni, dei campanili, che sono fondamentali nella cultura dei nostri territori. Da qui nascono i Prodotti agroalimentari tradizionali. I Pat, che devono avere come requisito una tradizione riconosciuta da almeno 25 anni, creano una dinamica economica importante e virtuosa, permettono di mantenere vive le attività produttive nelle aree interne e sono preziosi attrattori di turismo». «Un milione certamente non è una cifra esorbitante – ha precisato Patuanelli – ma segna l'inizio di un percorso di promozione dei Pat che dovrà essere perseguito anche in futuro».

(Fonte www.ilsole24ore.com)

Eventi in agenda

eventi in AGENDA
Terra Madre Salone del Gusto Dal 22 al 26 settembre Torino- Parco Dora
Per approfondimenti terramadresalonedelgusto.com
L'ottimizzazione dei sistemi di estrazione nell'industria olearia Martedì 27 settembre Ore 15,00 Roma
Per approfondimenti zoom.us/meeting
Il Decreto Trasparenza nel settore agricolo
Giovedì 29 settembre Ore 15,00
Per approfondimenti consulenzaagricola.it
B2Cheese Fiera Nazionale Lattiero-Caseario B2B
29/30 settembre Fiera di Bergamo
Per approfondimenti b2cheese.it
Food&Science Festival- Coltiviamo conoscenza
Dal 30 settembre al 2 ottobre Mantova
Per approfondimenti foodsciencefestival.it
MailPoet