banner testa

N. 6 / 2022

Prima-foto
Trionfo per l’azienda agricola Filomena Carriero di Montescaglioso che in occasione della XVIII edizione del “Premio Regionale Olivarum”, svoltasi al Museo Diocesano di Melfi e organizzato dalla Direzione generale per le Politiche agricole, alimentari e forestali della Regione, con la collaborazione dell’Alsia (Agenzia lucana di sviluppo e innovazione in agricoltura), ha vinto il primo premio per il migliore olio extravergine di oliva prodotto e imbottigliato in Basilicata, ottenendo anche la menzione speciale per la specialità mono-varietale.
Le altre menzioni assegnate: “Biologico”, all’impresa agricola Pepe Luciano di Albano di Lucania; “Grande Produttore” a Montanaro Savino Oleificio di Palazzo San Gervasio; “IGP Olio Lucano” all’azienda G&D Srl di D’Oronzio Giuseppina di Colobraro; “Prodotto di Montagna” all’azienda agricola Olearia Santa Maria di Castelluccio; “DOP Vulture” ai Frantoiani del Vulture di Venosa. Oggi il settore copre 28mila ettari di superficie, è animato da 30mila aziende, 150 sono i frantoi operativi, 13 mila le tonnellate prodotte, pari al 2,5% del mercato oleario italiano.”.

Opportunità in rete

opportunità in rete
Concorso Premio Oscar Green 2022 “Riprendiamoci il futuro”. Possono partecipare al concorso gli imprenditori agricoli e agroalimentari, singoli o associati
Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il Decreto che destina ai Contratti di filiera 1,2 miliardi di euro.
Il Decreto del Ministro Stefano Patuanelli disciplina i criteri, le modalità e le procedure per l'attuazione dei Contratti di filiera e di distretto previsti dal fondo complementare al PNRR.
P.S.R. 2014/2022 - Bando Misura 7.2 Realizzazione di impianti pubblici per la produzione di energia da fonti rinnovabili – Avviso Piccoli investimenti.
L’obiettivo di questa misura è sostenere gli investimenti finalizzati alla creazione, al miglioramento o all’espansione di ogni tipo di infrastrutture su piccola scala, compresa la realizzazione di impianti pubblici destinati alla produzione di energia da fonti rinnovabili (biomassa, biogas, eolico, solare non a terra, fotovoltaico) che utilizzino le risorse naturali presenti nelle aree rurali. La domanda deve essere rilasciata a Sian entro le ore 16,00 del 16 maggio 2022.
P.S.R. 2014/2022 - Bando Misura 4.3.1 Sostegno per investimenti in infrastrutture necessari all’accesso ai terreni agricoli.
Con questa misura si vogliono finanziare investimenti per la realizzazione di nuove strade e il miglioramento di quelle esistenti, perché questo consente il trasporto dei prodotti e dei mezzi tecnici necessari alle attività produttive, al pari di interventi sul reticolo degli acquedotti rurali a stretto beneficio delle aziende agricole del territorio. La domanda deve essere rilasciata a Sian entro le ore 16,00 del 14 giugno 2022.
P.S.R. 2014/2022 - Bando Misura 13.1 Indennità compensativa per gli agricoltori delle aree svantaggiate di montagna – Annualità 2022.

La misura intende compensare, in tutto o in parte, i costi aggiuntivi e il mancato guadagno dovuti ai vincoli cui è soggetta la produzione agricola nella zona interessata, ripristinare e migliorare la biodiversità. La domanda deve essere rilasciata a Sian entro il 16 maggio 2022.
P.S.R. 2014/2022 - Bando Misura 12.2 Indennità evoluzione naturale cedui/avviamento alto fusto – Annualità 2022

L’obiettivo è riportare gli habitat forestali prioritari governati a ceduo nei siti Rete Natura 2000 in condizioni di naturalità mediante la conversione ad alto fusto che consente di migliorarne la struttura e le funzioni ecologiche indirizzate ad un aumento della biodiversità e della resilienza. La conversione, una volta realizzata, sarà irreversibile e non consentirà, pertanto, il ritorno del popolamento alla forma di governo a ceduo. La domanda deve essere rilasciata a Sian entro il 16 maggio 2022.
P.S.R. 2014/2022 - Bando Misura 10.1.4 Agricoltura Conservativa – Annualità 2022.
La sottomisura sostiene l’adozione di modalità alternative (agricoltura conservativa) all’aratura al fine di preservare e migliorare la risorsa suolo con la non lavorazione (semina su sodo) con un effetto positivo anche sul contenimento del dissesto idrogeologico e sulla stabilità dei versanti. Agli interventi principali, si può aggiungere l’impegno volontario della Copertura vegetale per la protezione del suolo (cover crops) per prevenire l’erosione del suolo e l’inquinamento dell’acqua. La domanda deve essere rilasciata a Sian entro il 16 maggio 2022.
P.S.R. 2014/2022 - Bando Misura 10.1.1 Produzione integrata – Annualità 2022
La sottomisura incentiva un uso sostenibile dei prodotti fitosanitari e dei fertilizzanti attraverso il rispetto dei Disciplinari di Produzione Integrata che favoriscono la riduzione di tali prodotti contribuendo in modo significativo alla conservazione della biodiversità e al miglioramento della risorsa idrica. La domanda deve essere rilasciata a Sian entro il 16 maggio 2022.

Letture dal campo

letture dal campo
Caro carburanti: rinegoziazione dei debiti delle aziende agroalimentari e credito d'imposta cedibile
Il Consiglio dei Ministri ha approvato importanti provvedimenti contro il caro energia e misure di sostegno alle filiere più colpite dalla crisi ucraina. Tre, in particolare, i provvedimenti di interesse agricolo approvati. Il primo provvedimento prevede la rinegoziazione e la ristrutturazione dei mutui agrari. In particolare, per le imprese agricole, della pesca e dell'acquacoltura, il Governo ha stabilito la possibilità di rinegoziare e ristrutturare i mutui in essere e allungare fino a 25 anni il relativo periodo residuo di rimborso.
Viene poi incrementato di ulteriori 35 milioni di euro il Fondo per lo sviluppo e il sostegno delle imprese agricole, della pesca e dell'acquacoltura già previsto dalla Legge di bilancio 2022. Inoltre, il Decreto-legge introduce una misura che contrasta direttamente il caro carburanti, mediante un contributo sotto forma di credito di imposta per l'acquisto di carburanti. Infine, viene ampliata la possibilità di utilizzare il digestato come fertilizzante per terreni. La proposta si rende necessaria per favorire l'utilizzo dei sottoprodotti vegetali e degli scarti di lavorazione delle filiere agroalimentari come fertilizzante e per sopperire la mancanza di prodotti chimici a seguito della crisi russo-ucraina.
(Fonte www.politicheagricole.it)
PAC: 1,5 miliardi agli agricoltori per rincari e crisi ucraina
Il commissario all'Agricoltura Janusz Wojciechowski ha anticipato al Parlamento europeo il pacchetto di misure in arrivo per aiutare le imprese del settore a fronteggiare i rincari dei prezzi dell'energia e delle materie prime. Il pacchetto da 1,5 miliardi per l'agricoltura verrà finanziato attingendo per la prima volta alla riserva di crisi della PAC. Tra le ipotesi, sgravi contributivi, una moratoria dei debiti e aiuti per le filiere più esposte alla crisi. Il commissario Wojciechowski ha anticipato alla commissione Agricoltura del Parlamento UE che le misure straordinarie comprenderanno l'utilizzo di 500 milioni di euro della riserva di crisi PAC, fondi europei che combinati con il cofinanziamento nazionale porteranno a un totale di 1,5 miliardi. All'Italia dovrebbero andare 50 milioni di euro, cui aggiungere il relativo cofinanziamento. Inoltre la Commissione prevede una deroga all'obbligo PAC relativo alla messa a riposo di una quota dei terreni agricoli, che quindi potranno essere coltivati anche utilizzando fitofarmaci. L'impatto in Italia, secondo le stime di Coldiretti, sarebbe il recupero di 200mila ettari di terreno e un incremento della produzione di mais per gli allevamenti, di grano duro per la pasta e di grano tenero per la panificazione di circa 15 milioni di quintali.
(Fonte www.fasi.eu/it)

Storie e territorio

storie e territorio 2
HORTObot, il contadino che guarda al futuro
È stato sperimentato con successo un macchinario evoluto ed intelligente, HORTObot il suo nome, che lavora in modo autonomo e che consente alle aziende agricole di coltivare gli appezzamenti di terreno utilizzando tecnologie avanzate per rendere la loro produzione più efficiente e sostenibile, garantendo maggiori guadagni, una riduzione degli sprechi e soprattutto un minor impatto ambientale. Una invenzione che sta rivoluzionando l’agricoltura ed in modo di coltivare. «I risultati della nostra sperimentazione sono confortanti I parametri da noi osservati - spiega Roberto Minetto, Presidente di HORTObot - indicano un aumento delle produzioni, un’ottimizzazione dello spazio coltivato e, non per ultimo, una cosa molto importante è il risparmio delle ore uomo che l’azienda agricola deve andare a impiegare». HORTObot è in grado di operare su grandi colture per la lavorazione del terreno, la semina, la fertilizzazione, la somministrazione di trattamenti di difesa e l’irrigazione dei campi. Il macchinario il cui prototipo è stato ampiamente sperimentato, farà fare sicuramente un grande passo in avanti all’agricoltura italiana. (Fonte www.agricultura.it)
Basilicata Cuochi campione d’Italia ai Campionati della Cucina Italiana a Rimini
Medaglia d’oro e coppa Campioni d’Italia per il Team Basilicata ai Campionati della Cucina Italiana 2022 di Rimini. È la terza volta dopo i successi del 2018 a Montichiari (Brescia) e del 2020 sempre a Rimini nella sezione “cucina calda”. I cuochi lucani portano a casa anche il prestigioso premio della Critica Gastronomica. Formazione composta da Giuseppe De Rosa (capo team), Maria Ciola, Luciano De Palma, Antonio Farella, Battista Guastamacchia, Enzo Guastamacchia, Giuseppe Pepe, Nicola Stefanile, Francesco Timpone e Patrizia Viola.
Presente all’evento e felicissimo il lucano Rocco Pozzulo, presidente della Federazione Italiana Cuochi “Questo ennesimo successo- dichiara Pozzulo - conferma che la Basilicata, attraverso l’intera associazione, sta formando dei veri campioni”. Soddisfatto anche Rocco Giubileo, presidente dell’Unione cuochi lucani. (Fonte www.politicheagricole.it)

Il valore della terra

paesaggio rurale
Studio Crea, aumento medio di oltre 15.700 euro ad impresa
È forte l'impatto della guerra sui costi delle aziende agricole italiane: il 30% avrà un reddito netto negativo rispetto al 7% registrato prima dell'attuale crisi, per un aumento medio di oltre 15.700 euro. Il dato emerge dal report "Agroalimentare e guerra: dal Crea i numeri dell'impatto sui costi delle aziende agricole italiane", del Consiglio Politiche e Bioeconomia. Come spiega la direttrice Alessandra Pesca, lo studio ha calcolato sulla base dei dati aziendali rilevati dalla Rica (Rete d'Informazione Contabile Agricola) l'aumento dei costi di produzione cui devono far fronte le aziende agricole a seguito dell'impennata dei prezzi. In definitiva, l'attuale crisi congiunturale può determinare in un'azienda agricola su dieci l'incapacità di far fronte alle spese dirette necessarie a realizzare un processo produttivo, estromettendole di fatto dal circuito. Considerando le 6 voci di costo principali di una azienda agricola italiana (fertilizzanti, mangimi, gasolio, sementi/piantine, fitosanitari, noleggi passivi) l'impatto medio aziendale della guerra sui costi è di oltre 15.700 euro di aumento, ma con forti differenze, tra i settori produttivi e a seconda della localizzazione geografica. In termini assoluti le aziende potrebbero subire incrementi dei costi correnti di oltre 15.700 euro, che sfiorano i 99 mila euro nelle aziende che allevano granivori.
(Fonte Ansa)
Vinitaly, tutto esaurito per l’edizione 2022
Si avvicina l’appuntamento clou con il mondo del vino, l'edizione numero 54 di Vinitaly che, con più di 4mila aziende espositrici, tornerà in presenza dal 10 al 13 aprile prossimo. Veronafiere ha già fatto sapere che alla manifestazione hanno aderito moltissimi Paesi in Europa, in Africa, ma anche oltre-oceano, come gli Stati Uniti, il Canada, o, ancora più lontano, Singapore, Malaysia e Giappone. Il tutto esaurito è stato raggiunto coinvolgendo 60 Paesi nel programma di promozione, comunicazione e incoming avviato dalla Spa fieristica e da Ice Agenzia. L’investimento complessivo per la campagna promo è stato di 3 milioni euro e ha portato anche a una business list di 500 top buyer da tutto il mondo, cui si aggiungeranno migliaia di operatori nazionali e internazionali. Per quanto riguarda le vendite on line nel vino, esplose durante il lockdown nel 2020, il canale ha subito una grande accelerazione anche nel 2021. La conferma arriva da “Wine Report” by Cross Border Growth Capital, advisor italiano delle operazioni di finanza straordinaria per startup e Pmi, e Vino.com, enoteca digitale fiorentina. L’e-commerce del vino in Italia rappresenta una nicchia che vale il 4% del mercato del vino complessivo. Il vino venduto on-line nel 2021 ha raggiunto nel nostro Paese un valore totale di 14,2 miliardi di euro (terzo dopo Francia, 20,7 miliardi, e Regno Unito, 15,8 miliardi).
(Fonte www.confagricoltura.it)

Eventi in agenda

eventi in AGENDA
Gestione del rischio - L'impatto dei cambiamenti climatici sull'agricoltura
4 aprile, ore 17:00
Per approfondimenti Gestione del rischio
Fruit Logistica Berlín - Fiera del commercio mondiale di frutta e verdura fresca. Dal 5 al 7 aprile - Berlino
Per approfondimenti fruitlogistica.com
Vinitaly – Salone Internazionale dei vini e distillati. 54^ edizione. Grandi eventi, degustazioni tecniche, prestigiose verticali, walk around tasting, aree tematiche e focus sui principali mercati
Dal 10 al 13 aprile - Verona
Per approfondimenti vinitaly.com
MailPoet