FAQ – Bando Misura 1.1 Sostegno per azioni di formazione professionale e acquisizione di competenza

Per porre un quesito è necessario inoltrare una e-mail all'indirizzo faqpsr.mis1.1@regione.basilicata.it

D. E' POSSIBILE PREVEDERE VISITE DIDATTICHE IN AZIENDE AGRICOLE? LE ORE DESTINATE A VISITE DIDATTICHE DEVONO ESSERE INSERITE IN SPECIFICI MODULI FORMATIVI?

R. La Sottomisura 1.1 sostiene la realizzazione di interventi costituiti da corsi di formazione collettivi, da realizzare in aula e/o in campo e/o a distanza eventualmente integrati con attività di workshop tematici di studio e approfondimento e coaching. Le visite alle aziende agricole e forestali sono sostenute dalla Sottomisura 1.3 del PSR Basilicata 2014/2020. Si precisa che, attesa la specificità del bando e delle attività da esso previste, l’espressione “visite didattiche” nella voce di costo di cui all’art. 8, punto 7 si riferisce a spese inerenti la partecipazione dei destinatari alle attività di workshop tematici di studio e approfondimento, nei limiti delle ore stabilite dal Bando.

D. E' POSSIBILE PREVEDERE DELLE ORE DEDICATE A STAGE DA SVOLGERE PRESSO AZIENDE AGRICOLE? TALI ATTIVITA', COMPUTATE NELLE 150 ORE, POSSONO ESSERE INSERITE IN UN APPOSITO MODULO DIDATTICO? POSSONO, EVENTUALMENTE, ESSERE DISTRIBUITE ALL'INTERNO DI CIASCUN MODULO DIDATTICO? VI E' UN LIMITE DI DURATA DELLO STAGE?

R. La Sottomisura 1.1 sostiene la realizzazione di interventi costituiti da corsi di formazione collettivi, da realizzare in aula e/o in campo e/o a distanza eventualmente integrati con attività di workshop tematici di studio e approfondimento e coachingLe attività di stage presso le aziende agricole sono sostenute dalla Sottomisura 1.3 del PSR Basilicata 2014/2020.

D. LE ATTIVITA' DI COACHING POSSONO ESSERE SVOLTE PRESSO AZIENDE AGRICOLE?

R. Le attività di coaching sono finalizzate ad offrire soluzioni mirate a specifiche esigenze dei destinatari attraverso l’affiancamento di un tecnico (coach).  Possono essere svolte con tutte le modalità previste per la formazione collettiva, vale a dire in aula e/o in campo e/o a distanza.

D. IN RIFERIMENTO AL BANDO IN OGGETTO, SI RICHIEDONO CHIARIMENTI IN MERITO ALLA DEFINIZIONE DEI MODULI FORMATIVI, IN RELAZIONE ALLE SPECIFICHE PREVISTE ALL’ART. 7 DEL BANDO. IN PARTICOLARE, SI CHIEDE SE È POSSIBILE, PER CIASCUNA DELLE TEMATICHE IDENTIFICATE IN OGNI AMBITO PRIORITARIO, PREVEDERE LO SVILUPPO DI UNO O PIÙ MODULI FORMATIVI.

R. Si. Le tematiche individuate nella tab. 1 di cui all’art. 7 del bando possono essere declinate nei moduli (della durata minima di 5 ore e massima di 15 ore) che andranno a comporre ciascun intervento formativo (della durata minima di 60 ore e massima di 150 ore).

D. IN RIFERIMENTO AL CRITERIO DI SELEZIONE C.1 SI CHIEDE DI CHIARIRE QUAL E’ IL METODO CON CUI VERRANNO ATTRIBUITI I PUNTEGGI.

R. I punteggi saranno assegnati secondo il criterio della prevalenza, vale a dire:

  1. 10 punti se almeno il 50% dei docenti ha più di 5 anni di esperienza sulle tematiche formative individuate;
  2. 15 punti se almeno il 50% dei docenti ha più di 10 anni di esperienza sulle tematiche formative individuate.

     

X

Pin It on Pinterest

X
Testo
Contrasto